La Scarpadoro

La Scarpa d’Oro Internazionale nasce ufficialmente un giorno di marzo del 1980 dentro un ristorante di Legnano. Attorno al tavolo ci sono Dante e Gianni Merlo che conversano con Sebastian Coe, mezzofondista britannico di grande avvenire che attende di gareggiare alla “Cinque Mulini” di San Vittore Olona.

Vorrei fare una gara su strada di sette chilometri nella prima settimana di aprile – chiede Coe – sapete se ce n’è una da queste parti?. Gli interlocutori sfogliano immediatamente il calendario e non trovano nulla, ma nel frattempo arriva l’illuminazione: Una c’è, proprio di 7 chilometri, a Vigevano. Te la organizziamo noi il giorno di Pasquetta. Da quel giorno, e per 26 anni, la Scarpa d’Oro Internazionale ha rappresentato uno dei più importanti e suggestivi avvenimenti di questo genere in Italia e nel mondo.

Nel 2006 la Scarpa d’Oro Internazionale, prestigiosa gara che ha visto come protagonisti grandi campioni del panorama mondiale dell’atletica come Sebastian Coe, Steve Ovett, Alberto Cova, Gelindo Bordin, Francesco Panetta, Salvatore Antibo, Genny Di Napoli, Paul Tergat e tanti altri, tenne ufficialmente a battesimo la sua nuova creatura: l’edizione 0 della Scarpa d’Oro Half Marathon. Da quell’anno, mentre la Scarpa d’Oro Internazionale lasciava la scena, la mezza maratona si affermava nel panorama italiano come una nuova gara di valore e successo grazie alla qualità dei servizi e soprattutto grazie a tutte le persone che ogni anno dedicano grande passione e dedizione alla buona riuscita della manifestazione. Dal 2011, alla Scarpa d’Oro Half Marathon si sono affiancate due nuove gare non competitive, che si chiamano oggi StraVigevano (10K) e Stracittadina (5K): un inatteso quanto gradito successo, che ha portato a far correre centinaia di persone nelle due gare non competitive, centrando così l’obiettivo di far avvicinare al mondo dello sport e del benessere molte persone. Dal 2012, grazie alla sensibilità dell’atleta paralimpica Giusy Versace, è nata anche la Scarpa d’Oro Ability, corsa non competitiva di 5 km riservata alle persone disabili. Tutte e quattro le manifestazioni si svolgono nello stesso giorno e la partenza è unica per tutti. Nel 2015 una nuova creatura: la Scarpadoro 4 Zampe, nata per dare la possibilità di correre gli amici a 4 zampe assieme ai loro padroni.